';

Categorie

Ryan McGinley: l’indiscreto fascino della giovinezza

Ryan McGinley: l’indiscreto fascino della giovinezza

Ryan McGinley (Ramsey, 1977) è un fotografo e filmmaker statunitense.

Impegnato da più di quindici anni in una personale ricerca visiva ed estetica, ha fatto il suo ingresso nel mondo dell’arte come enfant prodige, divenendo celebre per essere stato il più giovane artista ad aver esposto al Whitney Museum of American Art – all’età di 23 anni – con The Kids Were Alright ’98 -03, una mostra personale basata su una serie di folli scatti, raccolti in un volume da lui precedentemente curato e pubblicato, in maniera indipendente. 

Un lavoro che colpisce ancora oggi per la sua naturalezza ed efficacia. Lo stile quasi documentaristico e la scelta di raccontare situazioni intime che ritraggono amici e familiari immersi nel privato della loro quotidianità. 

Quella sera… – Ritorni ai lucenti caffè

e ordini ancora birre e limonata…

a diciassett’anni non si può esser seri,

se ci son verdi tigli lungo la passeggiata.

Arthur Rimbaud

Dal 2004 la sua ricerca visiva si sposta sulla possibilità di ricreare situazioni dirette e fotografare, in studio o all’esterno, corpi in movimento, capaci di diventare un tutt’uno con il paesaggio e con la natura.

“I think most people look at [the nudity] sexually, but I think everyone looks sexier with their clothes on.”

Dalla serie FALL & WINTER

Ryan McGinley ha realizzato anche cortometraggi e spot pubblicitari.

Ritratti intimi ed edonistici, vere fotografie in movimento, dove prevale la bellezza e la delicatezza delle immagini, la loro capacità di sospendere lo spettatore in un’atmosfera di contemplazione e stasi.

Friends Forever (201o). Durante il Pitchfork Festival di Chicago, McGinley  omaggia due delle sue band preferite: Girls e Smith Western.

Edub  – Beautiful Rebels

Mercedes Benz CLA featuring Karlie Kloss 

Brad Pitt by Ryan McGinley for GQ

hookwebagency

Leave a reply